Archivi Blog

A A A (GIORNALISTI) CERCASI.

Penso che ci siano un pro e un contro in tutte le cose e di questo vorrei parlare in riferimento web che gratis ti permette di avere un blog oppure, in tanti casi, di creare un giornale on-line con una spesa che non supera i 100 euro l’anno.
Questi giornali spesso vedono iscritti all’albo dei giornalisti solamente il direttore e spesso, neanche questo.
Così succede che tanti si prestano a scrivere senza impegno e ovviamente senza un contratto, senza una rubrica a loro dedicata come senza un centesimo in cambio. Quindi continuano a scrivere a ‘sfogo libero’ e questo sarebbe anche il bello del web.
Ma il problema di tali giornali non è il direttore o l’iscrizione all’albo quanto piuttosto il procacciarsi persone che vogliano scrivere, possibilmente gratis, ovviamente solo articoli che seguano la linea editoriale di chi li ha creati.
La cosa che non condivido con questi pseudo-giornalisti è che si firmino come giornalisti senza essere iscritti all’albo e senza uscire di casa, riducendosi a semplici opinionisti astratti trascurando il vero valore del giornalismo che, a mio parere, coincide con quanto diceva Egisto Corradi: ” Il vero giornalismo è quello che si pratica con la suola delle scarpe”.
Oltre questo quello che non riesco a capire è perché uno per scrivere gratis deve continuare ad avere un padrone ?

La differenza tra letteratura e giornalismo consiste nel fatto che il giornalismo è illeggibile e che la letteratura non viene letta. (Oscar Wilde)

I segreti della casta di Montecitorio

Si parla molto in questi giorni del dipendente precario di Montecitorio che ha aperto un blog e una fanpage su facebook a cui ormai si sono iscritti 278251 persone. Si firma come Spider Truman e racconta cose interessanti sulla vita dei nostri dipendenti a Montecitorio.
Cose che tutti sappiamo o abbiamo sentito dire ma dette da lui fanno un certo effetto. Ci racconta il meccanismo delle auto blu, delle agevolazioni di viaggi, di acquisto delle auto e dei barbieri a loro disposizione a nostre spese. Mi basta pensare a questa cosa sciocca, al costo del taglio dei capelli, uno di noi che guadagna appena mille euro al mese spende 20 euro in media per un taglio di capelli, e questi corrotti marci che quando si tratta di votare il loro aumento dello stipendio sono presenti in aula e tutti d’accordo hanno i barbieri pagati da noi a loro disposizione.
Per favore Italiani, reagite, fate qualcosa, dimostrate di essere ‘Gli Italiani’ e non le pecore italiane. E’ da 10 anni che vivo in Italia e l’unica cosa positiva che ricordo di questi parlamentari è una legge fatta dall’ ex ministro dell’economia Bersani, il quale stabilì che le ricariche telefoniche non devono avere un costo per la ricarica, e che il consumatore deve pagare solamente il traffico telefonico, senza spese aggiuntive. I 4 SI del referendum sono stati in gesto di risveglio ma per favore non permettete che abbiamo a Montecitorio persone incapaci e in più a Vostre/Nostre spese.

Mi scusi Cavaliere, adesso andiamo avanti Noi

Vado avanti, vado avanti, vado avanti……’.
Ma a forza di correre nell’unica direzione prima o poi il guerriero presidente del consiglio si farà male da solo.
Nonostante gli scandali evidenti agli occhi di tutto il mondo, la disperazione economica degli italiani ai quali lui sbatte in faccia i milioni pubblici elargiti per divertirsi togliendoli dalle loro tasche e ai processi; il cavaliere ossessionato dal sesso continua a governare perché è l’unica possibilità di fuga che ha. E’ capace di consegnare il paese a Gheddafi o a Umberto Bossi se non dovessero bastare gli acquisti degli ex alleati Finiani.

Ormai è chiara a tutto il mondo la cattiva gestione del Paese e anche la consapevolezza che ne hanno gli Italiani, eppure tutto questo non è sufficiente per cacciarlo dalla amata poltrona. Pare che niente riesca a buttarlo giù visto il suo potere economico, politico e di corruzione in grado di acquistare i valori e la dignità di qualsiasi italiano dopo averlo ridotto in stato di bisogno. Dico così non per offendere il popolo italiano ma per rendere l’idea di quello che sta vergognosamente succedendo in un paese nel quale una vergogna così inaudita non si era mai provata.
Il Vaticano e l’America hanno già i loro problemi e non sembrano voler appoggiare Silvione in questi giorni difficili.
L’unico motivo che il cavaliere (cavaliere a tutti gli effetti perchè lo ha dimostrato con le buste gonfie di soldi e gioielli alle persone di sesso femminile ) ha di continuare ad andare avanti è l’orgoglio umano, ma un orgoglio che di dignitoso ha ben poco visto che serve a mascherare la sua paura di affrontare processi nei quali già sa di essere colpevole.

L’unico mezzo che gli permette di continuare a coltivare questo incubo è la sua filosofia di non volere controlli né controllati, atteggiamento tipico del governo tiraniano.
Per Berlusca democrazia vuol dire fare quello che vuole con gli italiani e con il loro destino, comprarsi lo loro figlie mentre fa perdere il lavoro ai loro papà e rimbambisce le mamme con i suoi programmi televisivi, trascurando la vecchia tradizione civile per la quale Democrazia significa ” qualunque cosa che pretenda che gli altri facciano a te, falla tu per loro”.
Di sicuro su Berlusconi c’è molto da dire visto che è responsabile degli ultimi dieci anni di storia italiana e che per 8 anni ha avuto il timone dello stivale che sta affondando.

Ho conosciuto un avvocato al bar che mi diceva ‘la prima volta l’ho votato, poi la seconda l’ho votato ancora convinto che non gli avevano dato tempo. Ci credevo e andando avanti non capivo perché la sanità peggiorasse e diventasse sempre più a pagamento, la scuola naufragasse tornando a modelli arcaici di didattica e organizzazione, l’Inps vendesse le sue proprietà, gli inceneritori crescessero come funghi senza che si risolvesse il problema dei rifiuti, le tasse statali fossero aumentate per lasciare alle regioni il compito di metterne di molto più alte, le piccole imprese chiudessero, i negozi fossero sempre in saldo, le grandi aziende andassero a produrre altrove lasciando milioni di persone senza lavoro e senza alcuna speranza, le famiglie vivessero sempre più con le pensioni dei loro anziani, i giovani non avessero l’opportunità di continuare gli studi, le vacanze si accorciassero sempre di più fino a sparire. Concorsi truccati, la Protezione Civile corrotta, i parlamentari dormienti in aule vuote, leggi fatte per salvare solo lui che applicate alla società hanno creato ingiustizie immense, passaggi al digitale per farci comprare i suoi decoder e vedere la sua TV che ci diceva solo che andava tutto bene a dispetto di quel che vedevamo fuori per strada e nel mondo.Vedevo la società cambiare e impoverirsi e mi chiedevo cosa stesse facendo lui mentre tutto un Paese cadeva nella miseria. Poi è venuto fuori lo scandalo di anni di Bunga Bunga e lì ho capito che, in un modo o nell’altro, ci ha fottuti tutti’.

Io vado avanti, e andrò sempre avanti per portare la mia opinione in mezzo a voi tramite il blog, ma anche voi continuate a commentare e a frenarmi nei ragionamenti sbagliati con vostre testimonianze e punti di vista.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: