Archivi Blog

Più IVA o più Honestas ???

E’ da una settimana a questa parte che leggo sempre le stesse cose sui quotidiani Italiani: sono stato spinto ad acquistare anche Libero e il Manifesto pur di cercare qualcosa di diverso. Evasione, Iva, Tasse, Pensione, Irpef, Chiesa, Mafia, ecc. sono le parole che mi hanno riempito la testa ma ho un brutto presentimento: che tutte le finanziarie di questo paese sono state fatte sulla pelle degli stranieri e temo che anche stavolta dato che è passato un po’ di tempo penseranno a qualche sanatoria (per non dire rapina di centinaia di € ai cittadini di serie C ).

Se veramente volessero risolvere il problema saprebbero bene come e dove ma per tanti politici italiani Honestas corrisponde con l’utile del più forte.

Al mio avviso (direbbe Di Pietro) la parola SOLDI ha due sinonimi, evasori e ricchi che coincidono con il politico.

Italia che va….

Dopo aver osservato la valutazione dei miei lettori sull’Albania nasce il bisogno di scrivere per il paese di fronte che mi riguarda tanto forse quanto quello d’origine.
In un sondaggio fatto da un portale web chiedevano, qualè la parola che ti fa pensare l’Italia? Le parole che mi fanno pensare il bel paese che mi ha dato la possibilità di lavorare per l’ottavo anno anche se spesso sotto pagato o in nero sono: FEDERALISMO FISCALE, RIFIUTI, MAFIA, CORRUZIONE MAGISTRATI/GIUDICI/POLITICI, MORTI BIANCHI, SCIOPERO, CORONA, GRANDE FRATELLO, CALCIOPOLI, TRUFFE AI RISPARMIATORI DI TUTTI I TIPI, ALITALIA, SEMAFORI VIZIATI, VIOLENZE SESSUALI, PRODOTTI ALIMENTARI SCADUTI E CONTRAFFATI … e potrei continuare.
Quello che mi preoccupa e che le parole positive sono contate e sono molto amareggiato che la parola MERITOCRAZIA non esiste. 
Cari lettori, io in voi cerco le risposte che illuminano i miei dubbi e che convertano il mio pessimismo.

Dove va l’Italia se i vertici del paese sono i primi ad essere di cattivo esempio? Dove va l’Italia se 4 sciacqualattughe e sempre più vecchi decidono sul bene del paese intero come hanno fatto per 50 anni? Qualè l’essenza e l’utilita di un reality come il “grande fratello”?
Nel presente post ho usato spesso la parola: PAROLA, ma non mi pento perché essa lascia traccia nei passaggi, anima e mente dell’uomo e grazie alla “libertà di parola” io posso esprimermi e confidare in Voi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: