OSTREGHETA, a immigrati il test di lingua italiana e a noi NO!!!

Ho voluto aspettare il 1° Maggio per scrivere questo post.
Se sei immigrato devi prima superare un test di lingua italiana e ottenere una certificazione ‘rilasciata da appositi enti accreditati’ – è quello che  vuole la Lega, con un emendamento al decreto legge sugli incentivi, firmato dalla deputata Silvana Comaroli, il quale affida alle Regioni il potere di valutare se un certo tipo di attività commerciale è ‘incompatibile’ con la tutela delle ‘tradizioni locali’ e vietarne l’insediamento. Insomma, nuovi obblighi e nuovi divieti richiesti dalla Lega ma non nuovi diritti e tanto meno applicazione di quelli esistenti.
Secondo me si tratta del solito intervento estemporaneo e demagogico.
Se, in linea di principio, è condivisibile la richiesta di un test di lingua italiana per l’immigrato che chiede la cittadinanza, ben diverso è mettere paletti discriminatori e ingiustificati: lo Stato si deve adoperare per agevolare i più deboli, non per ostacolare chi vuole aprire un esercizio commerciale.
Il partito del Carroccio è completamente contrario all’incentivo delle attività commerciali di cui l’Italia ha bisogno e chiude le porte anche alle persone di buona volontà.
Questa posizione è basata sull’ odio contro lo straniero e sta prendendo una piega così razzista e preoccupante che a parlarne il Giorno dei Lavorati mi piange il cuore.
Io non giudico ma vorrei capire: perchè il Carroccio non presenta un programma di lingua e cultura italiana per gli immigrati?
Perchè la lega non fa dei corsi di cultura generale ai suoi elettori per primi visto che forse hanno bisogno più dei non italiani? Perchè un immigrato deve trovare sempre ostacoli nella sua carriera di cittadino di serie B ed essere costretto a delinquere e non il contrario?
Annunci

Pubblicato il 1 maggio 2010, in Consigli di Lettura, di tutto e di più con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 6 commenti.

  1. Rita Pasqualetto

    Inutile chiedere qualcosa alla lega se non rientra nell’interesse del suo orticello…
    Io suggerirei ai “dirigenti” leghisti di obbligare i propri iscritti e simpatizzanti a sottoporsi ad un esame di lingua italiana e anche di storia della nostra “Nazione”, a partire dall’Unità d’Italia, di cui il prossimo anno cadrà il 150mo anniversario. Di fronte a queste prove di “cultura”, sono sicura che cascherebbe l’asino, anzi, tanti asini in camicia verde…
    Tempo perso cercare di ragionare con quella gente, se non sono asini, sono “trote” 😀
    BUON 1° MAGGIO, AMICI! Io mi sto apprestando a godermi la manifestazione e il concerto che fra poco inizierà in Piazza San Giovanni a Roma.

  2. darina zeqiri

    Dov’è la novita??? 🙂
    Fosse per la Lega l’Italia inizierebbe a Piacenza e finirebbe nell’Alto Adige, il resto è tutta Africa.
    Mi piacerebbe estendere questa legge anche agli italiani per vedere in quanti conoscono veramente la loro lingua.

  3. Paola Maria Leonardi

    L’introduzione della Lega nello scenario pubblico politico, è sembrato a tutti, fin dall’inizio uno scherzo di carnevale, cui è stato prestato però, poco interesse ma soprattutto attenzione…
    L’articolo sopra posto è chiaro…ma non è ancora chiaro come un ammasso di gente autoconvinta, aderente a quella corrente, sia potuta arrivare ai vertici, seppur in un modo rocambolesco e settario!
    Ci sono moltissimi italiani, che non supererebbero i test della Lingua, perchè è tanta l’ignoranza, che regna sovrana! per primi i parlamentari, che conocono la differenza tra Nietzsche e Fromm…
    I leghisti ignorano intenzionalmente che i più grandi evasori fiscali sono proprio loro, in particolar modo del Veneto, i datori che negano la legalizzazzione dei reclutamenti sono loro, ed ancora, istigatori e negatori della nostra Costituzione.
    I più grandi lavoratori anche del “nord”, sono di origine del sud, lo stesso Bossi ha sposato una siciliana, ma di cosa stiamo parlando?? persino in germania i tedeschi puri non esistono più, la maggior parte di loro sono turchi, italiani, di tutte le nazionalità , sono anacronistici ed ignoranti, nel senso che ignorano la verità…
    Arrivarono a Roma inneggiando Roma ladrona con giacchette verdi al seguito. ora vestono Armani, e sono clienti dei migliori negozi o atelier del centro della città, e vestono abiti firmati!!
    Non fatemi ridere….

  4. La lega ha un solo obiettivo: avere per sè tutti i finanziamenti destinati al Sud, e un popolo esclusivo di settentrionali, ma non ha capito che così facendo otterrà l’effetto contrario, al posto di “ridurre” il numero di stranieri e meridionali al nord si ritroverà stormi in emigrazione verso il nord, grazie alle sue “politiche”. Come meridionale “semitrapiantato” in Emilia Romagna sinceramente non mi sento isolato, ma sarebbe un vero incubo vivere al nord est

  5. Il problema è credere che una persona abbia cittadinanza solo perchè parla, o meno, una determinata lingua. Neanche nella storia degli stati moderni, che risale al 1600, si è giunti a definire su queste basi il diritto di cittadinanza. La proposta della lega è inaccettabile.

  6. io non sono leghista, non sono razzista, e sono nata in italia…mi ritengo però cittadina dell’universo, perchè secondo me non ci dovrebbero essere confini, e il mondo è di tutti…detto questo, penso solo una cosa: la lega esagera in tutto e per tutto, ma quando si va in un paese straniero, se non si conosce bene la lingua di quel paese, non si riesce nemmeno a capire bene le leggi, per esempio, i diritti dell’individuo( quante persone hanno paura di ribellarsi a situazioni ingiuste, perchè non sanno quali sono veramente le regole!!!). se io vado in albani, e ci sono stata, se non conosco la lingua… beh sono tagliata fuori dal mondo… e davanti tanti sorrisi… e dietro, tanti vaff!!!! l’albania è bella, e anche la maggior parte degli albanesi, ma purtroppo, quando ti capita la persona sbagliata, ne fai un fascio….
    ps: vorrei rispondere a fabbic: la cittadinanza si può chiedere dopo 10 anni che si è regolari qua… se nn si conosce la lingua dopo 10 anni, vuol dire che la persona non si è minimamente integrata nel paese in cui vive, per cui mi chiedo: perchè chiede la cittadinanza!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: