L’Italia delle file

Ora che sto scrivendo sono in fila ed ho 15 persone davanti. Gente con il numero in mano e gente che non sa come prenderlo. Gente che aspetta e gente che rinuncia all’attesa.
Questo paese mi ha insegnato tanto, una delle tante cose è come stare in fila senza perdere la pazienza di aspettare il proprio turno. Qui ho anche imparato a guardare in alto, verso il cielo a forza di osservare gli schermi LCD fissati sul tetto durante le lunghissime attese.

File per tutti e ovunque: all’INPS, in questura, in prefettura, in posta, in banca, alla stazione, in trattoria, al check-in, in autostrada, al supermercato, file anche ai semafori signori e chi più ne ha più ne metta…

Buona fila a tutti

Annunci

Pubblicato il 7 aprile 2010, in Consigli di Lettura con tag , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: